home / Archivio / Fascicolo / Appello Brescia, 19 gennaio 2017

indietro stampa articolo leggi articolo leggi fascicolo


Appello Brescia, 19 gennaio 2017

(Spina presidente; Lagazzo estensore) – Fondazione Charis (avv. Finelli) – M. Bonetti e F. Bonetti (avv.ti Onofri e Rodino)

E’ inammissibile l’impugnazione diretta ad una nuova pronuncia sui fatti, che, al di là di mere affermazioni di stile, non contenga alcuna specifica indicazione e illustrazione dei motivi di nullità previsti dall’art. 829 c.p.c.essendo consentito il riesame del merito delle questioni (fase rescissoria) solo dopo che la Corte d’Appello sia preliminarmente pervenuta all’annullamento della decisione arbitrale (fase rescindente). (10)

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio

In tema di arbitrato, l’impugnabilità del lodo non si ha per ogni caso di mera contraddittorietà tra i vari punti della motivazione o di insufficienza della stessa (ipotesi invece previste dall’art. 360 n. 5 c.p.c. per le sentenze), ma soltanto se sussista contraddizione tra le varie statuizioni del dispositivo, oppure contraddizione tra motivazione e dispositivo ovvero in caso di carenza assoluta di motivazione, che si ha anche quando la motivazione sia così [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social